07 giugno 2012

Contaminazioni degli alimenti e malattie trasmesse dagli alimenti

Chiedilo a Tania

Federica mi ha scritto un messaggio sulla pagina di Facebook di Science for passion.
Ecco il testo del suo messaggio.

Ho visto il suo sito, davvero molto interessante, tra poche settimane farò gli esami di maturità, e vorrei chiederle un consiglio se è possibile.
Per la mia tesina, porterò come argomento principale la Diossina, facendo per le materie scientifiche, i seguenti collegamenti:
Chimica: Struttura della molecola della diossina;
MicrobiologiaInquinamento alimentare, con accenno alla Salmonella;
Biotecnologia: Mutazioni genetiche;
Impianti: Distillazione del carbone (suggerita dal prof, visto che non avevo nessuna idea.)
Siccome su internet riguardante la distillazione del carbone, c'è poco e niente, non saprei proprio come fare... per caso ha materiale riguardante questo argomento, e riguardante anche gli argomenti citati sopra, per poter approfondire? Grazie
Federica

Ieri abbiamo parlato della diossina.
Oggi vediamo, invece, le diverse contaminazioni degli alimenti e le malattie trasmesse dagli alimenti. Domani parlerò, nello specifico, della salmonella.

Innanzitutto diciamo che un alimento può andare incontro a diversi forme di contaminazione, divise schematicamente in 3 tipologie.


Per approfondire cliccate sulle immagine proposte che vi porteranno sul sito Sicurezza degli alimenti con informazioni serie e attendibili sulla sicurezza dei cibi.
Ho notato che alcune sono ancora in fase di elaborazione ma si tratta comunque di una valida risorsa.

CONTAMINAZIONE DI TIPO FISICO
Gli alimenti possono entrare a contatto con corpi estranei nelle diverse fasi del processo produttivo, ad esempio: tappi, sassi, insetti...

CONTAMINAZIONE DI TIPO CHIMICO: 
Gli alimenti possono essere contaminati anche da sostanze chimiche, come: pesticidi, residui di ormoni e/o medicinali, prodotti utilizzati per la pulizia, ecc.

Parlando di inquinamento alimentare, solitamente, ci si riferisce ad una contaminazione di tipo chimico.
Sono diverse le sostanze che si trovano nascoste negli alimenti e che possono danneggiare la nostra salute. Per fare altri esempi concreti: la diossina (di cui ho parlato nel post precedente), le aflatossine, il mericurio, i nitrati o l'acido fosforico.
Per approfondire l'argomento consiglio il post Inquinanti e contaminanti negli alimenti sul sito http://www.alimentazione-salute.it

CONTAMINAZIONE DI TIPO BIOLOGICO: 
I pericoli biologici sono rappresentati da microrganismi patogeni che possono essere presenti nelle derrate alimentari. I contaminanti biologici comprendono: batteri, virus, parassiti, funghi e muffe.


Esistono diverse malattie di origine alimentare.

TOSSINFEZIONI ALIMENTARI
La malattia è provocata da microrganismi che si moltiplicano nel nostro corpo producendo tossine. Ad esempio: Stafilococco enterotossico, Clostridium botulinum, Clostridium perfrigens... Le tossine sono prodotte all'interno del tratto gastrointestinale.

INFEZIONI ALIMENTARI
La causa della malattia è da imputare alla presenza di microrganismi nell'alimento, che vengono ingeriti vivi. I microrganismi invadono la mucosa intestinale e si moltiplicano. Esempi: infezioni da Salmonella spp o Lysteria monocytogenes.


INTOSSICAZIONI ALIMENTARI
Sono causate da sostanze tossiche o tossine prodotte dagli  organismi nell’alimento ed ingerite. Affinchè si parli di intossicazioni alimentari, non necessariamente si rileva anche la presenza dell’agente patogeno: la sostanza tossica è sufficiente a scatenare la malattia. Esempi: intossicazioni da tossina di Staphylococcus aureus e  Clostridium botulinum, Bacillus cereus.


Con il termine malattie di origine alimentare ci si riferisce a qualsiasi malattia causata o trasmessa da alimenti e causata da sostanze chimiche o agenti biologici. 


Per approfondire: Le Tossinfezioni alimentari : generalità e definizioni della facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Parma.


sintomi sono: diarrea, vomito, crampi addominali, febbre. Il loro decorso è solitamente benigno ma, in persone con più debole condizione fisica, possono avere anche un esito più grave o letale.


Per prevenire i disturbi di origine alimentare è necessario formare adeguatamente gli operatori del settore alimentare ed informare i cittadini sui corretti comportamenti anche in ambito domestico.

Le persone possono contaminare gli alimenti con microrganismi che provengono da: lesioni cutanee, infezioni del cavo orale, infezioni dell'apparato respiratorio, batteri eliminati con le feci.
Le cosiddette malattie a trasmissione oro-fecale, come la salmonellosi, sono provocate dalla ingestione di microbi che a loro volta provengono dalle feci di uomini e/o animali.
Non è necessario essere malati per immettere nell’ambiente batteri patogeni: alcuni microrganismi, come la salmonella, possono essere presente nelle feci di una persona che non accusa alcun disturbo.
Lo stafilococco può trovarsi nella gola di una persona “sana” e, per un colpo di tosse, può contaminare un alimento, riprodursi e provocare la malattia in chi consuma l’alimento.

A domani con l'altro argomento chiesto da Federica: le salmonelle.

Se anche voi avete delle domande o delle curiosità da soddisfare leggete qui e scrivetemi!

Tania Tanfoglio

2 commenti:

  1. Mi mancavano alcune cose, con questo post ho potuto approfondire meglio, grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Mi ero persa il commento per strada... :-)

      Elimina

placeholder
placeholder