02 giugno 2012

Il diritto di voto alle donne

Il 2 giugno 1946 gli italiani e le italiane sono stati chiamati alle urne per scegliere tra monarchia e repubblica.
La scheda del referendum tra Monarchia e Repubblica. Da Il blog della prof. di diritto
12.717.923 voti per la Repubblica
10.719.284 voti per la Monarchia
1.509.735 schede bianche o nulle

Il voto fu, per la prima volta, esteso anche alle donne.
Il diritto di voto fu riconosciuto alle donne con il Decreto n. 23 del 1 febbraio 1945.

Il 2 giugno '46 votò l'89,2% delle aventi diritto, senza rossetto. La scheda doveva essere incollata e, umettandosi le labbra con il rossetto, avrebbero potuto lasciare un segno di riconoscimento involontario e rendere nullo il loro voto.

Vi propongo un video storico di  Rai storia.

Il video "ripercorre la storia dell’emancipazione della donna a partire dal 1848, anno in cui in Italia vennero pubblicati i primi giornali femminili, fino alla conquista del voto nel 1946." 
(Dal sito Rai storia)

10 minuti ben spesi.

Affinché, per i nostri ragazzi, il 2 giugno non sia solo un giorno in cui non si va a scuola...


Tania Tanfoglio

Nessun commento:

Posta un commento

placeholder
placeholder