15 febbraio 2013

01 - Aromaterapia: gli oli essenziali

Le ragazze della classe IV benessere, che avete imparato a conoscere in questi giorni, sono affascinate dal mondo della cosmesi naturale ed, in particolare, dagli oli essenziali.
In questi giorni pubblicherò tre post realizzati dalla professoressa Rachele Ronzoni sull'argomento, certa di fare cosa gradita, non solo alle mie studentesse, ma anche ai miei lettori, che potranno leggere qualcosa di nuovo e... In uno stile un po' diverso dal mio :-)

Non mi resta che farmi da parte ed augurarvi buona lettura!
Ecco, dunque, il primo argomento.

Aromaterapia e proprietà degli oli essenziali
La fragranza è generalmente legata alla bellezza e comunemente associata al piacere e alla salute.
La base dell’aromaterapia sono gli oli essenziali.
Le loro proprietà sono:
  • Antisettiche: si oppongono allo sviluppo di germi
  • Antitossiche: inattivano le sostanze di deterioramento delle cellule
  • Cicatrizzanti: il richiamo sanguigno che gli oli provocano stimola la rigenerazione cellulare
  • Antiparassitarie: si esplicano utilmente nell'allontanamento di insetti, tarme e zanzare.
  • Antireumatiche: utili nel trattamento di affezioni articolari dolorose, come l’artrosi.
  • Tonificanti: sono stimolanti a livello delle ghiandole endocrine, responsabili della capacità di resistere allo stress.
Come si ottengono gli oli essenziali
Prima che fosse inventata la distillazione, gli oli essenziali venivano estratti dalle piante tramite la spremitura manuale e la macerazione. L’olio veniva raccolto in una spugna che, una volta satura, era strizzata in un recipiente. Il prodotto così ottenuto veniva chiamato “pomata” ed era usato come unguento. Per la macerazione, invece, i fiori e le foglie vengono schiacciati, immersi in olio vegetale e lasciati al caldo; l’olio vegetale assorbe l’essenza: tale processo viene ripetuto finché si ottiene una sostanza concentrata.
Gli oli essenziali possono avere diverse soluzioni d’impiego:
  • Tramite massaggio alla testa: con il massaggio aromatico si sfrutta l’effetto terapeutico degli oli essenziali sia grazie all'inalazione, sia attraverso l’assorbimento cutaneo.
  • Tramite impacchi
Massaggiati sulla cute o sulla pelle, gli oli essenziali agiscono assorbiti attraverso l’epidermide (lo strato esterno della pelle) sia a livello locale sia, raggiungendo i capillari presenti nel derma ed entrando, quindi, nel sistema circolatorio, a livello generale.

Quando si usa per la prima volta un olio essenziale è necessario verificare di non essere allergici: si consiglia di mettere una goccia di olio su un batuffolo di cotone da applicare e mantenere per 24 ore, con un cerotto che lo isoli dall'acqua, sulla piega del gomito. Se dovessero comparire rossore e prurito sarà necessario sospendere l’utilizzo di quest’olio.

Da sempre gli oli essenziali sono alleati della bellezza femminile, aggiunti a creme, maschere e impacchi, prodotti per capelli, ne potenziano le proprie caratteristiche, contrastano i punti deboli, ristabiliscono un equilibrio, mantengono la pelle giovane e curano i capelli. 
Il loro utilizza è ancora più efficace se gli oli essenziali vengono scelti in base agli elementi cui appartengono: acqua, aria, terra, fuoco.

Riconoscere la propria tipologia

ARIA
Carattere: vitale, dinamica, impulsiva, alla continua ricerca di nuovi stimoli la donna aria va facilmente soggetta a antipatie simpatie e sbalzi d’umore. Ha facilità di comunicazione e una grande capacità di osservazione.
Aspetto fisico: corporatura robusta, vigorosa. Viso con forma ovale, pelle spessa, di colore roseo. Capelli ondulati, grossi, castano-rossi.
Inestetismi più comuni: gonfiori agli arti inferiori, soprappeso concentrato soprattutto su cosce e glutei, pelle del viso con tendenza alle impurità e ai punti neri, capelli fragili per problemi della micro-circolazione del cuoio capelluto.
Trattamenti: oli essenziali da utilizzare sono quelli “stabilizzanti”, tipici dell'elemento terra. In questo modo il tipo aria ritrova equilibrio e benessere.
Le essenze vanno diluite in un olio base leggero e idratante come l’olio di semi di girasole, di calendula, di pistacchio o di carota.
Pulizia del viso: miscelare una goccia di olio essenziale di achillea con un cucchiaio di olio di carota. Applicare sul viso e massaggiare accuratamente. Coprire con un asciugamano bagnato in un infuso tiepido di malva (mettere in infusione per 4 -5 minuti 2 bustine di tisana alla malva in mezzo litro di acqua calda)e strizzato. Quando l’asciugamano si raffredda, bagnarlo e strizzarlo di nuovo. Ripeter l’operazione per 7-8 minuti.
A questo punto si effettua un peeling con 10 g di argilla verde e 2 gocce di olio essenziale di patchouli.
Massaggiare delicatamente e togliere con spugnette umide.


FUOCO
Carattere: tenace, regolare e precisa, sa guardare lontano. Ambiziosa, ma non vanitosa vuole conquistare, comandare dirigere. Ha una grande resistenza allo stress.
Aspetto fisico: corporatura proporzionata. Viso con forma triangolare, pelle olivastra. Capelli scuri, lisci.
Inestetismi più comuni: pelle e capelli grassi, comparsa di rughe e macchie per eccessiva esposizione al sole, smagliature e cellulite agli stadi iniziali.
Trattamenti : gli eccessi di fuoco si calmano con l’acqua, che restituisce femminilità e dolcezza.
Diluire le essenze con olio base di sesamo, di jojoba o di nocciola.
Impacco per i capelli: preparare un impacco con 30-40 g di olio jojoba e 10 gocce di olio essenziale di geranio, che riequilibra la produzione di sebo.
Massaggiare i capelli con una manovra a pettine, che parte dall'attaccatura e scivola per tutta la lunghezza. Lavare con shampoo neutro con due gocce di essenza di salvia.


ACQUA
Carattere: compie movimenti monotoni, lenti, pigri. Prudente e riflessiva, la donna acqua si adatta lentamente alle cose e poi fa fatica a distaccarsene. Ama la tranquillità, vuole sentirsi rassicurata ,ha buono spirito di osservazione, memoria fotografica, impara attraverso la percezione dei sensi. 
Aspetto fisico: ha forme morbide, viso tondo pelle trasparente e sensibile, occhi grandi. Capelli fin morbidi, di colore chiaro.
Inestetismi più comuni: ritenzione, cellulite, gonfiori addominali, pelle reattiva, capelli fragili.
Trattamenti: gli oli essenziali da preferire sono quelli appartenenti all'elemento fuoco, molto energetici. Si può scegliere tra olio di girasole, di jojoba, di mandorle, di sesamo.
Brusching stimolante: dopo il bagno, per stimolare la circolazione venosa e linfatica massaggiare la pelle con l’aiuto di una spazzola strofinata con 2 gocce di olio essenziale di alloro o rosmarino diluite in un cucchiaio di olio di sesamo.
Si comincia dalla pianta del piede, si passa alle caviglie e si risale lungo le gambe, fino ai glutei.

TERRA
Carattere: sensibile, emotiva, curiosa, anche molto intuitiva. La donna terra ha bisogno di acquistare fiducia, quindi chiede molte informazioni prima di formulare un giudizio o di prendere una decisione. Perdona difficilmente e serba rancore. Ha una memoria auditiva e un’immaginazione vivace.
Aspetto fisico: corporatura magra, longilinea. Viso con forma triangolare pelle sottile. Capelli castani ricci o crespi.
Inestetismi più comuni: invecchiamento precoce, disidratazione, pelle sottile e secca, fragilità capillare, capelli secchi, forfora alopecia da stress.
Trattamenti: per alleggerire i disturbi dello stress e ossigenare i tessuti si può ricorrere agli oli essenziali legati all'elemento aria.
Vanno miscelati con oli base come quelli di germe di grano, di avocado, di rosa mosqueta, di pistacchio, di calendula o al burro di karatè.
Massaggio anti-age: la pelle del viso molto sottile e facile a segnarsi, può essere idratata e vitalizzata con gli oli dell’elemento aria.
Sciogliere 10 g di burro karatè e aggiungere una goccia di olio essenziale di arancio amaro, una di lavanda, una di neroli e una di vetiver.
Applicare sul viso utilizzando i polpastrelli. Partendo dalla fronte massaggiare il contorno dell’ovale con leggeri sfioramenti circolari.
Con indice e medio percorrere il contorno occhi dall'interno verso l’esterno. 
Appoggiare le punte delle dita sopra il labbro superiore ed eseguendo piccolissimi movimenti circolari spostarsi fino alle orecchie. Partire dalla punta del naso e risalire lateralmente fino all'incavo fra naso e occhi.
Eliminare i residui di olio con un latte detergente a cui saranno aggiunte 2 gocce di olio di bergamotto.

Rachele Ronzoni

Nessun commento:

Posta un commento

placeholder
placeholder