10 febbraio 2013

Il sistema linfatico: la circolazione linfatica

Ieri abbiamo parlato degli organi linfatici, oggi Veronica, Michela e Luisa ci parlano della linfa.
Clara, Natalia, e Laura ci presentano, invece, la circolazione linfatica.

La linfa
Il sistema linfatico è un insieme di vasi e organi preposti alla produzione e al trasporto della linfa.
Essa nasce come fluido interstiziale, raccolto negli spazi fra le cellule di tutto il corpo; si presenta lattiginosa, di colore trasparente o giallo paglierino e con una composizione piuttosto variabile: dipende dalla regione del corpo da cui viene drenata.

In generale, la linfa è costituita da una parte liquida e da una parte corpuscolata.
La parte liquida ha una composizione simile a quella del plasma sanguigno e contiene materiale proveniente dal metabolismo cellulare: la parte fluida, è mediamente povera di proteine e di sali, contiene prodotti di rifiuto e sostanze provenienti dalla digestione intestinale (sopratutto di natura lipidica).

La parte corpuscolata, invece, è rappresentata dai linfociti, un particolare tipo di globuli bianchi prodotti negli organi linfatici: linfonodi, milza e timo.
I linfociti passano dalla linfa al sangue: in questo modo sostituiscono i linfociti che dal sangue erano passati nei tessuti per svolgere il loro compito difensivo.

La linfa svolge due principali funzioni:
contribuisce, con i linfociti alla difesa dell'organismo.
aiuta a mantenere costante il volume ematico, contribuendo anche all'eliminazione delle tossine al livello cellulare.

Se la circolazione linfatica è difficoltosa, si verifica un ristagno linfatico: si manifestano gonfiore e ingrossamento dei linfonodi. L'ingrossamento dei linfonodi può verificarsi anche a causa di infezioni.


La circolazione linfatica
La  circolazione linfatica ha il compito di drenare i liquidi accumulati  nel derma e negli organi e di immetterli, sotto forma di linfa circolante, nei vasi linfatici.
Attraverso condotti di diametro crescente, la linfa giunge in tre collettori principali:
dotto tronco giugulare, per la linfa drenata dalla testa e dal collo.
dotto tronco succlavio, per la linfa drenata dall'arto superiore, spalla e base del collo.
dotto toracico, per la linfa drenata dal resto del corpo.
Infine, viene immessa nel torrente venoso a livello dei grossi vasi del collo: la vena succlavia sinistra e destra.
Circolazione linfatica, disegno di Clara
La linfa circola nei vasi linfatici a velocità interiore rispetto al sangue perché la circolazione linfatica non ha nessun organo che esercita un’azione di pompa, come fa il cuore nella circolazione sanguigna. Il sistema linfatico nasce dai capillari linfatici, piccoli condotti a fondo cieco.
Un capillare a fondo cieco è simile al dito di un guanto, disegno di Clara 

Lungo i vasi linfatici troviamo i linfonodi, che fanno da filtro, necessari per la difesa dagli agenti patogeni e sede della risposta immunitaria. I linfonodi sono situati nei “crocevia” principali: ascelle, collo, inguine e centri vascolari viscerali.

I linfonodi filtrano e depurano la linfa attraverso la produzione di anticorpi da parte dei linfociti: eliminano batteri, virus, cellule tumorali, attraverso i macrofagi, che sono situati all’interno del linfonodo. Se le cellule neoplastiche che non vengono distrutte a livello dei linfonodi, possono andare da un tessuto all’altro e dare origine a un tumore secondario, metastasi.

La circolazione linfatica drena l’eccesso di liquidi tessutali che non riescono ad essere riassorbiti nei capillari venosi. I vasi linfatici portano nel sangue le sostanze nutritive assorbite dalle cellule intestinali.
Nel nostro corpo abbiamo 600 linfonodi, che si riuniscono in stazioni linfoghiandolari
Le principali funzioni del sistema circolatorio linfatico sono:
Rimozione dei fluidi in eccesso nei tessuti;
Assorbimento di acidi grassi con il trasporto di grasso e chilo al sistema circolatorio;
Trasporto di cellule immunitarie come linfociti che producono gli anticorpi, necessari per la difesa dell’organismo.
Schema: la circolazione linfatica. Disegno di Veronica.

Veronica, Michela, Luisa, Clara, Natalia e Laura

2 commenti:

  1. Grazie e complimenti a Veronica, Michela, Luisa, Clara, Natalia, e Laura (e a te chiaramente)
    Mi sto proprio appassionando a questo progetto. Mi piace perché l'esposizione degli argomenti non è inutilmente "arzigogolata" e quindi il tutto risulta scorrevole e semplice da comprendere. E' vero che gli argomenti trattati potrebbero essere maggiormente approfonditi e dettagliati, ma non credo sia questo l'intento del progetto. Credo che l'intenzione sia quella di creare una valida risorsa di divulgazione dove si cerca di rispondere alle prime domande dando le informazioni essenziali, poi chi vuole, chi si è incuriosito ( e se il progetto riesce in questo l'obbiettivo può dirsi centrato), può approfondire facendo ulteriori ricerche mirate. Confermo: sta venendo fuori un ottimo lavoro.
    Un saluto
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco: hai centrato l'obiettivo. Semplicità e chiarezza, punti di partenza per l'approfondimento. Considerando che le mie giovani allieve sono estetiste ed acconciatrici è un bel punto di partenza.
      Grazie davvero da parte mia e da parte delle ragazze per il tuo sostegno.
      A presto,
      Tania

      Elimina

placeholder
placeholder