06 febbraio 2013

La circolazione sanguigna

Dopo aver visto la struttura del cuore, oggi parliamo della circolazione sanguigna. Laura, Chiara e Nadia ci parlano di questo argomento.

I vasi sanguigni che conducono il sangue in direzione centrifuga rispetto al cuore (ovvero lontano dal cuore) sono le arterie; in base al calibro, distinguiamo: arterie, arteriole e capillari sanguigni arteriosi.

I vasi sanguigni che conducono il sangue in direzione centripeta rispetto al cuore (ovvero lo portano al cuore) sono le vene; in base al calibro, distinguiamo: vene, venule e capillari sanguigni venosi.


La circolazione sistemica o grande circolazione
L'aorta è l'arteria più grande dell'organismo, dalla quale si origina la grande circolazione.

Possiamo schematicamente distinguere tre parti:

  • Aorta ascendente: da cui hanno origine le arterie coronarie, vasi arteriosi per il cuore.
  • Arco aortico: da cui hanno origine le carotidi, vasi arteriosi per la testa e le succlavie, per le braccia.
  • Aorta discendente: da cui hanno origine vasi arteriosi per diversi organi della porzione toracica e della porzione addominale.



L'arteria aorta si suddivide in diversi rami arteriosi che, a loro volta, si dividono in diramazioni più piccole (arteriole) per raggiungere tutte le parti del corpo. Dalle arteriole si originano vasi dalle pareti sottilissime, i capillari. I loro compiti sono molteplici:
fornire l'ossigeno le sostanze nutritive alle cellule (capillari arteriosi).
raccogliere l'anidride carbonica ed i prodotti di scarto (capillari venosi).

I capillari venosi confluiscono nelle venule di piccolo calibro che, a loro volta, formano vasi sempre più grandi.

Le vene cave sono quelle che riportano il sangue, che proviene da tutto l'organismo, al cuore.
In particolare

  • la vena cava superiore: raccoglie il sangue che proviene dalla testa, dal collo e dagli arti superiori.
  • la vena cava inferiore: raccoglie il sangue che proviene dalla restante parte del corpo.

 
Circolazione polmonare o piccola circolazione       
La circolazione polmonare è la circolazione presente tra cuore e polmoni.
L'atrio destro, che ha ricevuto il sangue ricco di anidride carbonica dalle vene cave, si contrae e spinge il sangue nel ventricolo destro: questo, contraendosi a sua volta, invia poi il sangue ai polmoni.
Nel suo passaggio attraverso i polmoni, il sangue viene ossigenato e torna al cuore attraverso le quattro vene polmonari che si immettono nell'atrio sinistro.
Quando l'atrio sinistro si contrae, il sangue viene spinto nel sottostante ventricolo sinistro: questo, contraendosi, spinge il sangue nell'arteria aorta, dove inizia la grande circolazione.

Chiudiamo questo post con un video riassuntivo, trovato su YouTube:


Nadia, Chiara e Laura

Nessun commento:

Posta un commento

placeholder
placeholder