23 marzo 2013

Pianta di bocca di leone e dominanza incompleta: un'eccezione alle leggi di Mendel

Mi ha scritto Nicola,
Questa volta ha bisogno di un piccolo aiuto per capire come risolvere un paio di esercizi di genetica. Oggi vi presento il primo.
Da piante di bocca di leone a fiore rosso, incrociate con piante a fiori bianchi si è ottenuta una F1 costituita da piante con fiori rosa.
In F2 è atteso un rapporto fenotipico di:
a) 3:1
b) 1:1
c) 9:3:3:1
d) 1:2:1
e) 1:1:1:1

La bocca di Leone è una piccola pianta perenne; i fiori possono essere rossi, bianchi o rosa. In genetica si fa spesso riferimento a questa pianta perché i colori del suo fiore sono un esempio classico di dominanza incompleta, un'eccezione alle leggi di Mendel.
Si parla di dominanza incompleta quando il fenotipo manifestato dall'eterozigote è un fenotipo intermedio tra quelli dei due omozigoti.
indicando con A e a i due alleli, abbiamo:
AA = fiori rossi
Aa = fiori rosa
aa = fiori bianchi
L'incrocio proposto nell'esercizio di Nicola è ben esemplificato in questa immagine.

Vediamo ora lo stesso concetto con il quadrato di Punnett

Generazione parentale P: AA (fiore rosso) x aa (fiore bianco)

A
A
a
Aa
Aa
a
Aa
Aa





Prima generazione filiale F1: 100% Aa (fiori rosa)


Generazione filiale F1: Aa (fiore rosa) x Aa (fiore rosa)

A
a
A
AA
Aa
a
Aa
aa





Prima generazione filiale F2:
25% (1 su 4) AA (fiore rosso)
50% (2 su 4) Aa (fiore rosa)
25% (1 su 4) aa (fiore bianco)
Ovvero 1:2:1 risposta d)
Da notare che, in questo caso, genotipo e fenotipo coincidono proprio perché il carattere presenta una dominanza incompleta.

Ecco Nicola,
Ora dovrebbe essere chiaro.
Fammi sapere cosa ne pensi!
L'appuntamento è per il prossimo post... Con il colore e la forma delle zucche! :-)
Tania Tanfoglio

4 commenti:

  1. Grazie infinite Tania, la tua spiegazione è stata impeccabile.
    Di certo da ora in poi non avrò più problemi di questo tipo.
    Grazie mille per la disponibilità e per la chiarezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta! A lunedì con il prossimo, allora!
      Ciao,
      Tania

      Elimina
  2. Complimenti, chiarissimo:)

    RispondiElimina

placeholder
placeholder