03 giugno 2014

Luisa... Parrucchiera per passione!

Oggi vi presento l'intervista che ho realizzato con Luisa, anche lei ex studentessa del CFP Zanardelli di Verolanuova. Luisa ci racconta la sua esperienza con tanto entusiasmo e molta passione per il suo lavoro di acconciatrice.

Nome: Luisa Brognoli
Età: 18 anni

Studi effettuati:
2012 Qualifica Professionale di OPERATORE DEL BENESSERE: ACCONCIATURA
2013 Diploma Professionale (4° anno post - qualifica triennale) di TECNICO DELL'ACCONCIATURA CON SPECIALIZZAZIONE

Lavori? In che settore?
Si, lavoro nel settore acconciatura, presso Dacci un taglio by Cinzia, a Manerbio.






Racconta la tua esperienza…
Il negozio dove lavoro è lo stesso che mi ha dato la possibilità di svolgere lo stage previsto durante gli anni di scuola.
Avere la possibilità di frequentare l'ambiente lavorativo è fondamentale; rispetto alla scuola, infatti, vedi un mondo totalmente diverso:  nuovi metodi di lavoro, nuovi prodotti cosmetici, tante persone diverse. Hai la possibilità di confrontarti con le esigenze della clientela e con la vita all'interno di un negozio; una buona parrucchiera deve saper svolgere il suo lavoro da un punto di vista tecnico, ma deve anche essere in grado di  affrontare investimenti e fare le scelte giuste per il suo negozio.


A scuola si lavora prevalentemente sulle testine; in un negozio, invece, hai la possibilità di creare look diversi e personalizzati per la clientela, puoi usare tecniche differenti per realizzare un colore, un taglio o dei riflessi di luce.

Negli ultimi anni le esigenze e le attenzioni che le clienti hanno per i loro capelli sono molteplici perché hanno a disposizione tante fonti di informazione, come internet, la TV o i giornali; inoltre possono comperare una grandissima varietà di prodotti cosmetici e attrezzature a prezzi sempre più economici. Per poter competere, un'acconciatrice deve essere continuamente aggiornata, proporre ogni mese servizi diversi e innovativi e mostrarsi sicura e professionale nel suo lavoro.

I corsi di aggiornamento e gli show ai quali ho avuto l'opportunità di assistere sono stati per me una grande occasione: chi ha la fortuna di lavorare presso titolari che offrono queste opportunità non dovrebbe farsele sfuggire! Lavorare dietro le quinte con le modelle è un mondo tutto nuovo e, per me, come potete vedere dalle fotografie, è stata una splendida esperienza.





Scuola o Lavoro? Mille volte il lavoro!

Perché? Forse perché mi sono trovata bene fin da subito, forse perché è un lavoro che faccio con passione, forse perché scuola e lavoro sono due cose completamente diverse. Certo, avere un titolo di studio è indispensabile per svolgere la mia professione e ti fornisce conoscenze importanti riguardo alle leggi, alle norme di sicurezza o all'igiene, ma fino a quando non sei a contatto ogni giorno con le clienti, con la loro cute, con i loro capelli, con tantissime esigenze diverse, non hai davvero la consapevolezza di quante nozioni debba avere un'acconciatrice per svolgere il suo lavoro in modo serio e professionale.

Cosa ti manca della scuola? 
La scuola non mi manca! Le compagne con cui avevo buoni rapporti le sento e vedo ancora oggi e va bene così.

Se potessi tornare indietro, cosa cambieresti? Se potessi tornare indietro, non cambierei niente perché quello che ho fatto era indispensabile per il mio percorso formativo.
Se posso dar un consiglio a chi sceglie questa strada: non accontentatevi solo di effettuate il periodo di stage! Se è davvero questo il lavoro che vi interessa, se ne avete l'opportunità, cercate di lavorare il più possibile, anche se dovrete fare dei sacrifici o rinunciare a qualche uscita con gli amici.
Nei soli periodi di stage, infatti, si osserva molto, ma si lavora poco, rispetto al "lavoro vero"; se davvero si vuole imparare bisogna aver passione e far un po' di gavetta anche al di fuori della scuola: come hanno già detto anche le mie ex-compagne, la scuola dà solo le basi, ma tutto il resto è ancora da scoprire!

Sogni nel cassetto...
Sono una ragazza giovane e con ottime capacità lavorative; tuttavia, considerando l'attuale situazione dell'Italia, ora come ora, non me la sento di aprire un negozio. In un futuro, però, sarebbe una bella soddisfazione avere un mio salone. Credo sia il sogno nel cassetto per chi, come me, crede in se stessa e fa il proprio lavoro con passione... Mai dire mai!

Dai un consiglio ai nostri ragazzi:
Che dire? La scuola è obbligatoria. Studiate, non perdete un anno inutilmente: basta impegnarsi un po' e si possono passare facilmente gli anni di studio. L'attestato di qualifica e il diploma professionale sono importanti e servono nel mondo del lavoro; vi sembrerà un obiettivo lontano, ma arriverà in un lampo. Anche se a volte non ne avete voglia, anche se non amate lo studio, impegnatevi, fate del vostro meglio per raggiungere i vostri obiettivi... perché il lavoro è veramente tutta un'altra cosa!

Tanti pensano che il nostro lavoro sia facile, ma non è così; è veramente molto complicato e richiede diversi sacrifici, ma, se fatto con passione, non ti accorgi neppure e vedi solo quanto è bello lavorare con le clienti e con i loro capelli!

Grazie Luisa per questa spumeggiante intervista! Spero che molti ragazzi possano trovare nel loro lavoro lo stesso entusiasmo che traspare in queste righe!
Un saluto a te e a tutti i miei lettori,
Tania Tanfoglio

Nessun commento:

Posta un commento

placeholder
placeholder