17 aprile 2012

Il colore verde

Oggi vi presento la frutta e la verdura di colore verde: se ci pensate, è un gruppo davvero vasto e variegato. Asparagi, bietole, carciofi, broccoli, cavoletti di bruxelles, spinaci, cime di rapa, zucchine.

Verza, invidia, lattuga, cicoria, cavolo cappuccio, kiwi e uva.
Ma anche erbe aromatiche come basilico e prezzemolo.


Clorofilla e carotenoidi 
Questo gruppo è ricco sia di clorofilla sia di carotenoidi. Chi mi ha seguito nelle puntate precedenti, si ricorderà che i carotenoidi sono tipici dei vegetali di colore giallo o  arancione.
In questo caso, il verde della clorofilla maschera l'arancio dei carotenoidi.
Per le proprietà dei carotenoidi vi invito a leggere il post I colori giallo e arancio; qui vediamo, invece, le proprietà della clorofilla.
La clorofilla è conosciuta soprattutto per la sua capacità di catturare l'energia luminosa del sole e consentire alla pianta di svolgere la fotosintesi.
La fotosintesi: immagine dal blog http://igufetti.blogspot.it 
Vi trovate anche una semplice spiegazione della fotosintesi, particolarmente adatta ai più piccoli 


Clorofilla a (Wikipedia)
Questa molecola è anche un buon alleato della nostra salute perché svolge un'azione antiossidante.
Da un punto di vista chimico, sarebbe più corretto parare di clorofille perché ne esistono diverse: la più diffusa è la clorofilla aLa molecola di clorofilla ha una struttura ad anello con un atomo di magnesio (Mg) al centro; dall'anello parte una catena idrofoba (letteralmente "che ha paura dell'acqua").

Il magnesio è molto importante per il nostro benessere: contribuisce a mantenere la normale funzionalità nervosa e dei muscoli; rinforza le ossa ed il sistema di difesa dell'organismo; regola il battito del cuore.


Acido folico o vitamina B9
Si tratta di una vitamina molto importante per lo sviluppo del feto in quanto riduce il rischio di sviluppare la spina bifida. Si tratta di una "malformazione congenita della colonna vertebrale e del midollo spinale: se un bambino nasce affetto da questa patologia è perché, intorno al ventottesimo giorno dopo il suo concepimento, la sua colonna vertebrale non si è chiusa". [da http://www.spinabifidaitalia.it]
L'acido folico è noto anche con il nome di folacina, dal latino folium, ovvero foglia.
Probabilmente a ricordarci che i vegetali a foglia ne sono piuttosto ricchi. (Wikipedia)
Inoltre, l'acido folico interviene nella sintesi degli acidi nucleici, è fondamentale per la crescita e la riproduzione cellulare.
La vitamina B9 partecipa anche alla formazione dell'emoglobina ed è considerata importante per prevenire l'anemia.


Luteina
Da un punto di vista chimico la luteina è una xantofilla, un pigmento che troviamo negli ortaggi del gruppo verde come spinaci, cicoria, broccoli o cavoletti di bruxelles.
Luteina (Wikipedia)
La luteina, come molte altre sostanze che vi ho presentato in questi post,è un antiossidante e si concentra soprattutto nella macula dell'occhio proteggendolo dai raggi ultravioletti.


Vitamine C e A
Anche la vitamina A è particolarmente presente in questo gruppo.
Broccoli, kiwi, spinaci e prezzemolo, contengono, infine, anche buone quantità di vitamina C.


Il nostro viaggio a colori sta per concludersi, vi aspetto prossimamente qui su Science for passion per parlare del colore bianco.

Questo post partecipa al Carnevale della chimica ospitato da Annarita Ruberto su Scientificando.



Per tutti i miei lettori i link al post sui colori di frutta e verdura:
Tania Tanfoglio

2 commenti:

  1. Che splendida serie di articoli, Tania. Un vero e proprio compendio di scienza dell'alimentazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paolo! Di colore ne manca uno solo... Di post per completare la serie, invece, ne mancano 3!

      Elimina

placeholder
placeholder