16 gennaio 2014

La genetica dei gruppi sanguigni: sistema AB0 e MN, un esercizio di probabilità

Chiedilo a Tania


Ciao Tania sono Ilaria e sono un'aspirante biologa, studio all'università e sto trovando grande giovamento dalle tue spiegazioni.
Ho difficoltà con un problema di genetica sui gruppi sanguigni e se potessi aiutarmi lo apprezzerei molto. Ho l'esame tra poco e preparare teoria e pratica di pari passo non è mai semplice. 
Mi trovo in difficoltà a creare il quadrato di Punnett.

Una donna che ha gruppi sanguigni 0 ed M sposa un uomo con gruppo AB ed MN assumendo che i geni per i 2 diversi sistemi di gruppi sanguigni  AB0 e MN assortiscano in modo indipendente, che gruppi avranno gli eventuali figli e in quali proporzioni?"

Grazie per l'attenzione e per il magnifico blog,
Ilaria

Ciao Ilaria,
Grazie per i complimenti e scusami per il ritardo nella risposta, ma mi hai scritto in un periodo molto impegnativo, nel quale sono stata costretta a trascurare il blog.

L'esercizio che proponi si risolve molto semplicemente, ragionando separatamente sui dati a disposizione.


Inizio con un breve richiamo teorico.

Il sistema AB0
Pochi sanno che, sulla superficie della membrana plasmatica, i globuli rossi presentano gli antigeni dei gruppi sanguigni, una sorta di "bandierina" che indica il nostro gruppo sanguigno. Il nostro gruppo sanguigno, naturalmente è scritto nel DNA e, come altre caratteristiche, lo ereditiamo dai nostri genitori.
  • La presenza dell'antigene A indica l'appartenenza al gruppo A.
  • La presenza dell'antigene B indica l'appartenenza al gruppo B.
  • La presenza degli antigeni A e B indica l'appartenenza al gruppo AB  ed è un esempio di codominanza.
  • Nessun antigene indica l'appartenenza al gruppo 0.
Nel sistema AB0 esistono tre possibili alleli per questo è un ottimo esempio di allelia multipla. Ciascuno di noi è portatore di due distinti alleli, uno ereditato dal padre, l'altro dalla madre. Gli alleli IA e IB sono codominanti e si esprimono sempre; l'allele i, invece, è recessivo. Schematizzando:
Gruppo sanguignoPrimo alleleSecondo allele
0ii
AIAi
AIAIA
BIBi
BIBIB
ABIAIB
Tabella di Wikipedia




Il sistema MN
Un'ulteriore classificazione, sicuramente meno nota, riguarda il sistema MN che presenta una codominanza: Il Sistema MN  esiste in tre varianti: MM , NN, e MN.

• genotipo MM, le cellule possiedono solo l'antigene M: l'individuo appartiene al gruppo M
• genotipo NN, le cellule possiedono solo l'antigene N: l'individuo appartiene al gruppo N
• genotipo MN, le cellule possiedono l'antigene M e l'antigene N: l'individuo appartiene al gruppo MN
Il sistema è noto sopratutto perché può essere utilizzato nei casi di dubbia paternità!


Ora possiamo analizzare l'esercizio.

La donna è di gruppo 0, l'uomo è di gruppo AB
Il quadrato di Punnett è il seguente:


0
0
A
A0
A0
B
B0
B0
50% (1/2) figli di gruppo A
50% (1/2) figli di gruppo B


La donna è di gruppo M, l'uomo è di gruppo MN
Il quadrato di Punnett è il seguente:


M
M
M
MM
MM
N
MN
MN
50% (1/2) figli di gruppo M
50% (1/2) figli di gruppo MN


Risulta chiaro che le combinazioni possibili sono 4:

  • 1/4 Gruppo A M
  • 1/4 Gruppo A MN
  • 1/4 Gruppo B M
  • 1/4 Gruppo B MN
Spero che ti sia chiaro e che possa ancora esserti utile per l'esame,
In bocca al lupo,
Tania Tanfoglio

4 commenti:

  1. Purtroppo ho sostenuto l'esame la mattina stessa in cui mi hai risposto, grazie comunque,
    il tuo sito è stato illuminante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace molto. Se ne avrai ancora bisogno, prova ad indicarmi una data approssimativa. Se potrò esserti d'aiuto, lo pubblicherò per tempo.
      Ciao,
      Tania

      Elimina
  2. Non mi è chiaro perchè il sistema AB0 sia un esenpio di codiminanza e MN di dominanza incompleta,
    il meccanismo mi sembra esattamene lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione: ho corretto il post. Sono entrambi esempi di codominanza.

      Elimina

placeholder
placeholder