16 aprile 2014

Il colore del pelo nei conigli: possibili genotipi con 4 alleli

Chiedilo a Tania

Oggi risolvo un altro esercizio per Domenico!

Il colore del pelo nei conigli è determinato da un solo gene che ha quattro alleli:
aguti (C), cincillà (C°), himalayano (Ch), albino (c). 
Quanti diversi genotipi sono possibili per il colore del pelo nel coniglio? 
A) 10 
B) 4 
C) 6 
D) 7 
E) 16

Il gene che codifica per il colore del pelo del coniglio ha quattro alleli.

Sappiamo che ogni gene, in un individuo, ha solo due alleli.
Per capire quanti genotipi sono possibili per il colore del pelo del coniglio doppiamo semplicemente... Scriverli!!

C C
C C°
C Ch
C c

C° C°
C° Ch
C° c

Ch Ch
Ch c

c c

E... Contarli!!

In tutto ci sono 10 combinazioni possibili!

Semplice, no? :-)
Alla prossima!
Tania Tanfoglio

4 commenti:

  1. Grazie mille...c'e' una formula che ci permette di saperlo immediatamente ?
    Domenico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Domenico,
      Naturalmente si! Si tratta di una combinazione con ripetizione. Infatti hai 4 elementi presi due a due.
      Qui trovi ottimi esempi
      Qui, invece, le formule spiegate molto chiaramente
      Spero ti sia d'aiuto.
      Un saluto e Buona Pasqua,
      Tania

      Elimina
  2. Ciao Tania,
    questo è quello che dice il mio libro :'' Nei suoi esperimenti Mendel parlava di geni con due forme; più tardi si scoprì che un gene può avere in realtà più di due forme: questo fatto viene chiamato allelia multipla."
    Ora, perchè dici che ogni gene può avere solo due alleli? Non so, forse mi sto confondendo io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo,
      Normalmente un gene presenta due forme alternative, gli alleli (quelli che Mendel chiamava fattori o forme, come dice il tuo testo). Ciascuno di noi, per ogni gene, presenta due sole forme alleliche: una di eredità materna, l'altra di eredità paterna.
      Si indicano con le lettere dell'alfabeto. La lettera maiuscola indica la forma dominante (espressa nel fenotipo), la lettera minuscola indica, invece, la forma recessiva, espressa nel fenotipo solo in omozigosi.
      Se le forme alleliche sono uguali (ad esempio AA oppure aa) si dice che l'individuo è omozigote per quel carattere. Se le forme alleliche sono differenti ( ad esempio Aa) allora l'individuo è eterozigote per quel carattere.
      Questa è la norma. Ci sono però alcune eccezioni.

      Infatti, alcuni geni possono presentarsi in più forme alleliche, come i gruppi sanguigni. Semplificando, possiamo dire che esistono: l'allele A, l'allele B e l'allele 0. Nessuno di noi ha tre alleli: ne ereditiamo comunque due, uno dalla mamma e uno dal papà; in questo caso, però, ci sono tre forme alleliche e ci sono, quindi, diverse combinazioni possibili (AA BB 00, A0, B0 oppure AB).
      In questo caso specifico cambia anche il discorso della dominanza. A e B, infatti, sono dominanti rispetto a 0, ma sono codominanti tra loro.

      Nei post di genetica, trovi spiegato meglio l'argomento, con più dettagli. Rivedi le leggi di Mendel e poi cerca nel capitolo dedicato alle eccezioni alle leggi di Mendel.

      Spero comunque di aver chiarito il dubbio,
      Un saluto,
      Tania

      Elimina

placeholder
placeholder