17 maggio 2014

Come realizzare a scuola un modello di cellula animale e vegetale

Qualche giorno fa, nel gruppo Facebook ESPERIENZE DIDATTICHE A059/A060 la collega Anna Tampoia ha pubblicato i lavori realizzati dagli alunni della I B dell'I.C.Pascoli - Primo Circolo Cappuccini Noci (Ba).
Le cellule realizzate dai suoi alunni sono così belle che ho deciso di pubblicare la sua esperienza didattica sul blog.
Lascio a lei la parola!


Quest'anno ho stimolato i miei alunni di prima media a realizzare un modello di cellula animale e vegetale. Direi che i risultati sono stati soddisfacenti, come potete vedere.
Realizzato dagli alunni della I B dell'I.C.Pascoli -Primo Circolo Cappuccini Noci (Ba)


Per la cellula animale abbiamo usato come base un piatto di plastica che è stato riempito con carta di giornale e poi rivestito con il DAS. I vari organuli sono stati creati con DAS e plastilina colorata; abbiamo fatto qualche ritocco con i colori a tempera.

Il modello della cellula vegetale, invece, é stato realizzato senza nessun supporto, usando gli stessi materiali.

Il tutto è stato realizzato nel laboratorio scientifico, in due ore, lavorando in gruppi.
Devo dire che i ragazzi hanno lavorato con molta attenzione senza creare caos: ognuno era impegnato nella realizzazione di una parte della cellula che poi hanno assemblato con cura.

Orgogliosi del loro lavoro, lo hanno poi presentato, insieme ad altri esperimenti, in occasione della "Settimana della scienza", agli alunni della scuola primaria del nostro Istituto Comprensivo.
Esperienza senz'altro da ripetere, come ci conferma anche Marinella, un'alunna che ha partecipato alla realizzazione:

"Per noi alunni, l'esperienza di realizzare il modello di cellula animale e vegetale, con il DAS e plastilina, è stata non solo molto istruttiva e utile ma anche divertente.
Ci ha aiutato a memorizzare molto più velocemente i nomi di tutte le parti delle cellule; inoltre, abbiamo osservato più da vicino come son fatti i vari organuli che la compongono. È stata un'esperienza grazie alla quale non potremo mai dimenticare l'importanza delle cellule e la loro struttura."


Cos'altro aggiungere? Quest'esperienza didattica è un ottimo esempio di come, anche con pochi materiali a disposizione e in poco tempo, si possano realizzare bellissimi lavori, stimolando i ragazzi a creare e ad apprendere!
I miei complimenti ad Anna e a tutti gli alunni della I B.
Tania Tanfoglio

Nessun commento:

Posta un commento

placeholder
placeholder