06 agosto 2012

Gli acidi nucleici e le proteine

Chiedilo a Tania
Mi ha scritto Benedetta: si sta preparando per il test di Medicina e Chirurgia ed ha bisogno di capire il meccanismo di questo esercizio:
La sequenza AUG GCC UGG GGU rappresenta un tratto di mRNA situato su un ribosoma che permette la sintesi una breve catena prooteica formata dai seguenti amminoacidi: metionina-alanina-triptofano-glicina. il tRNA che trasporta l'amminoacido triptofano ha come anticodone la tripletta?

Può sembrare complesso, per semplificarlo partiamo dall'inizio.
Ho deciso di articolare la risposta in 3 post:
  • Gli acidi nucleici e le proteine
  • La trascrizione
  • La traduzione, con spiegazione dell'esercizio
Oggi vediamo il primo punto: gli acidi nucleici e le proteine.

Gli acidi nucleici: DNA e RNA
Il DNA, acido desossiribonucleico, è la molecola che contiene le informazioni necessarie per il funzionamento di ogni essere vivente.
Il DNA, custodito all'interno del nucleo cellularecontrolla e dirige tutte le attività della cellula
La forma estremamente compatta che il DNA assume all'interno del nucleo cellulare è data dalla presenza di proteine, chiamate istoni. Queste proteine si raggruppano e formano i nucleosomi, attorno ai quali si avvolge il DNA. La struttura che ne risulta è simile ad una collana di perle. Immagine tratta dal sito  http://www.biology.emory.edu/, dove potete trovare interessanti approfondimenti di biologia molecolare.
L’acido desossiribonucleico ha la forma di una doppia elica
Immagine del DNA tratta da Wikipedia.
Da un punto di vista chimico, la parte esterna è formata da zuccheri pentosi (il deossiribosio, da qui il nome della molecola), cioè a cinque atomi di carbonio, alternati a gruppi fosfato; la parte interna è composta da basi azotate, tenute unite da deboli legami chimici. Le basi azotate sono quattro e si uniscono regole ben precise: l’adenina (A) si lega alla timina (T) mentre la citosina (C) si lega alla guanina (G). Proprio per questa caratteristica distintiva si dice che il DNA è formato da due filamenti complementari. Uno zucchero pentoso, un gruppo fosfato ed una base azotata formano l’unità elementare del DNA: i nucleotidi. La disposizione in sequenza delle quattro basi forma il codice genetico, le cui caratteristiche sono all'origine delle peculiarità di ciascuno di noi.
Immagine del DNA tratta da Wikipedia.

Specifici enzimi creano una particolare copia del DNA (chiamata RNA messaggero): esso contiene tutte le istruzioni necessarie per costruire una proteina.  Questo processo è noto come trascrizione.
La molecola di RNA è molto simile al DNA ma presenta due differenze sostanziali: lo zucchero è il ribosio e la timina è sostituita da un'altra base azotata, chiamata uracile.
Desossiribosio
File:Alfa-D-ribosio struttura.svg
Ribosio

Uracile. Wikipedia
Confronto tra DNA e RNA Immagine dal sito http://www.chimicamo.org
Articolo per approfondire: Composizione e struttura del DNA e dell’RNA
Gli organelli in grado di sintetizzare le proteine sono i ribosomi: essi interpretano le indicazioni scritte sul messaggero ed uniscono tra loro gli amminoacidi necessari a sintetizzare una proteina.
Tale processo è noto come traduzione.
I processi di trascrizione e traduzione. Tratta da wikimedia  e modificata.

Esistono 3 tipi di RNA, tutti coinvolti nella sintesi proteica, che vedremo in seguito.
  • RNA ribosomiale (rRNA) che costituisce i ribosomi.
  • RNA messaggero (mRNA) che trasferisce le informazioni contenute nel DNA ai ribosomi per la traduzione.
  • RNA di trasporto (tRNA) che porta gli amminoacidi ai ribosomi affinché li saldino in catene proteiche (sintesi proteica).

Le proteine
Le proteine sono prodotte dalle nostre cellule a partire da elementi più semplici chiamati amminoacidi: 20 molecole formate da carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto (N) più altri elementi caratterizzanti (genericamente indicati con la lettera R). 
Struttura di un amminoacido.wikipedia. 
Di questi amminoacidi, 12 possono essere sintetizzati (ovvero costruiti) direttamente dalle nostre cellule attraverso lunghe e complesse reazioni chimiche; i rimanenti 8 devono necessariamente essere ricavati direttamente dagli alimenti proteici, come carne, pesce, legumi, uova, latte e derivati.

Formazione di un legame peptidico. Wikipedia
Gli amminoacidi si legano tra loro a formare le proteine: il gruppo amminico di un amminoacido si lega al gruppo carbossilico di un altro, con perdita di una molecola di acqua. Il legame che si instaura è detto legame peptidico. Le proteine, dunque, sono formate da un lungo filamento di amminoacidi; la loro successione varia da proteina ad un'altra e rappresenta la struttura primaria di una proteina. La struttura secondaria è definita dai tipi di avvolgimenti che interessano tratti del filamento proteico. La struttura terziaria è definita dal modo in cui il filamento proteico si ripiega su se stesso. La struttura quaternaria si genera quando diverse catene proteiche si saldano tra loro, assemblandosi, come nel caso dell'emoglobina.
Interessante immagine esplicativa che potere trovare in questo articolo che spiega la specificità delle proteine
Ci vediamo domani per parlare di trascrizione del DNA in RNA
Se anche voi avete delle domande o delle curiosità da soddisfare leggete qui e scrivetemi!
Tania Tanfoglio

3 commenti:

  1. "Di questi amminoacidi, 12 possono essere sintetizzati (ovvero costruiti) direttamente dalle nostre cellule attraverso lunghe e complesse reazioni chimiche; i rimanenti 8 devono necessariamente essere ricavati direttamente dagli alimenti proteici, come carne, pesce, legumi, uova, latte e derivati."

    Tratto dal blog www.scienceforpassion.com
    Copyright © Tania Tanfoglio
    Materiale protetto da Licenza Creative Commons BY-NC-ND"

    Qui stai dicendo che le proteine non essenziali devono essere collegate a proteine essenziali per comletare il pool di amminoacidi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Le proteine che contengono amminoacidi essenziali sono indispensabili e devono essere introdotte con l'alimentazione perchè, appunto, il nostro organismo non è in grado di produrre da solo questi amminoacidi. Qui trovi un approfondimento interessante http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/aminoacidi-essenziali.html (copia il link, non mi ricordo come devo fare per mettere il link diretto nei commenti).

      Elimina

placeholder
placeholder