01 febbraio 2014

Espistasi recessiva: un esercizio svolto

Chiedilo a Tania

Buon pomeriggio Tania,
Sono Elisabetta studentessa in Biologia.
Sto preparando l'esame di genetica mi trovo in difficoltà in alcuni esercizi: 

In una pianta vengono selezionate tre linee pure, una con fiori viola, la seconda con fiori lavanda e la terza con fiori bianchi: incrociando la pianta lavanda con una pianta a fiori bianchi, si ottiene una progenie tutta viola. L'autofecondazione della F1 produce 277 piante di cui 157 viola, 71 bianche e 49 lavanda.
Qual'è la base genetica di questo carattere e i genotipi coinvolti?

Secondo me di tratta di un rapporto 9:4:3, quindi di epistasi. 
Facendo l'autofecondazione mi perdo... sono molto confusa.
In attesa di un tuo aiuto ti ringrazio!

Ciao Elisabetta,
Hai visto giusto: si tratta di epistasi; per essere precisi è un classico esempio di epistasi recessiva.

Infatti hai:
Il gene del colore che presenta i due alleli:
  • A (dominante) = colore viola
  • a (recessivo) = colore lavanda
Il gene per la presenza o l'assenza di colore presenta anch'esso due alleli:
  • C (dominante) = cromogeno (presenza di colore)
  • c (recessivo) = assenza di colore
Da un incrocio:
lavanda (aaCC) X bianco (AAcc) si ottengono 100% di piantine fiori viola (AaCc)

Ora vediamo cosa avviene con l'autofecondazione viola (AaCc) x viola (AaCc)


9 fiori con genotipo A_C_ e con fenotipo viola. Il gene dominante C (cromogeno) consente al colore viola (A_) di manifestarsi.

3 fiori con genotipo A_cc e con fenotipo bianco. Il gene epistatico recessivo cc (che codifica per l'assenza di colore) si manifesta, mascherando il colore viola (A_).
1 fiore con genotipo aa cc e con fenotipo bianco.
Il gene epistatico recessivo cc (che codifica per l'assenza di colore) si manifesta, mascherando il colore  lavanda (aa).

3 fiori con genotipo aa C_ e con fenotipo lavanda. Il gene dominante C_ (cromogeno) consente al colore lavanda (aa) di manifestarsi.

Il rapporto fenotipico risulta 9:4:3

Confrontiamo ora i valori osservati ed i valori attesi

Valori osservati:
  • totale: 277 piantine
  • 157 con fiore viola
  • 71 con fiore bianco
  • 49 con fiore lavanda

Valori attesi:
277 : X = 16 : 9    X = piantine con fiori viola attese = 155,8125
277 : X = 16 : 4    X = piantine con fiori bianchi attese = 69,25
277 : X = 16 : 3   X = piantine con fiori viola attese = 51,9375

Appare evidente, anche senza ricorrere alla statistica, che i valori osservati non si discostano significativamente dai valori attesi: possiamo confermare che si tratta di epistasi recessiva.

Sperando che l'esercizio possa essere d'aiuto ad Elisabetta,
Saluto tutti i miei lettori e do appuntamento al prossimo post.
Tania Tanfoglio

4 commenti:

  1. Grazie!!! Ora è tutto chiaro!!! consideravo le piante lavanda come AACC mentre quelle Bianche aacc e mi perdevo.. =( il disegno è fantastico =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo iniziato a svolgerlo così, ma non tornavano i conti. L'unica soluzione possibile era AAcc x aaCC
      Anche a me piace molto il disegno ho preso QUESTO DISEGNO e ho tolto i topi!!
      Auguri per i tuoi studi,
      Tania

      Elimina
  2. Salve Tania,
    volevo porti delle domande in quanto ho già svolto diversi esercizi riguardanti epistasi recessiva molto simili a questo, ma lo svolgimento che tu hai proposto ha un pò scosso il ragionamento che normalmente applico su questa tipologia di esercizi. Non fraintendermi, non dubito della correttezza dei risultati ma ti chiedo solo un aiuto per capire meglio! Il tuo svolgimento inizia assegnando già i genotipi alle piantine e in seguito vai a calcolare i rapporti attesi mediante proporzioni.. qui è il problema, in quanto (anche se può sembrare scontato quale sia l'interazioni genica in atto) non riesco a prescindere da un'ipotesi iniziale (in questo caso 9 3 3 1) e calcolarmi quindi i rapporti in termini di /16, per poi ottenere i valori osservati e affermare con certezza il meccanismo e i genotipi. In questo esercizio non riesco però né ad applicare la proporzione in /16 né a ottenere i valori che hai ottenuto tu dalle proporzioni riportate sopra. Eppure sto confrontando due esercizi praticamente identici! Se potessi aiutarmi a capire il perché dei miei problemi nei calcoli e come posso ingranare in modo ottimale il tuo metodo te ne sarei grata! :) Ti ringrazio e ti faccio i miei complimenti per la riuscita di questo sito, mi sta davvero aiutando molto per il mio esame! Buona serata!
    Rossella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Rossella,
      Sinceramente non ho capito bene il problema e non mi è chiaro perché parti da un'ipotesi iniziale 9:3:3:1. I dati dell'esercizio fanno subito escludere questa ipotesi. Non credi? L'ipotesi iniziale è 9:4:3. I calcoli mi sono semplicemente serviti per conferma.

      Penso che potrei capire meglio se tu mi inviassi via e-mail una copia del tuo esercizio, con lo svolgimento e i tuoi dubbi. Vedi tu, se pensi che possa esserti utile, inviamelo e vedo cosa posso fare.
      Un saluto,
      Tania

      Elimina

placeholder
placeholder