02 dicembre 2011

Il teorema di Pitagora

Il filosofo e matematico greco Pitagora (575 a.C.-490 a.C. circa) riunì attorno a sé, a Crotone, una gruppo di allievi interessati allo studio della filosofia, della matematica, dell'astronomia e della religione.
Raffaello Sanzio: Scuola di Atene. Sulla sinistra in primo piano troviamo Pitagora che legge un grosso libro. Immagine tratta da Wikipedia.
Per Pitagora la matematica era la scienza più importante. Egli affermava che “tutte le cose sono numeri”; il numero 10, che è la somma dei primi quattro numeri (1+2+3+4=10), era considerato un simbolo divino.

Tra le scoperte più importanti di Pitagora nel campo della geometria abbiamo il teorema di Pitagora

In un triangolo rettangolo
L’area del quadrato costruito sull'ipotenusa è uguale
alla somma delle aree dei quadrati costruiti sui cateti.

Vediamo di capire meglio con un’immagine che ho costruito con GeoGebra.
Scala in cm 1:10

Come previsto dal Teorema di Pitagora:

L’area del quadrato costruito sull’ipotenusa di 2500 cm
2 è uguale alla somma delle aree dei quadrati costruiti sui cateti, rispettivamente di 900 cm2 e di 1600 cm2.
Infatti: 900 cm
2 + 1600 cm2 = 2500 cm2.

Il concetto è reso molto bene da questo istruttivo video.


Nel prossimo post vedremo quali possono essere le applicazioni del teorema di Pitagora.
Tania Tanfoglio

2 commenti:

  1. Prof buona sera sono ancora Camilla. anche l'articolo sul teorema di Pitagora mi è piaciuto molto, pensi che proprio qualche giorno fa ne abbiamo parlato in classe con la nuova prof a proposito del perimetro del trapezio. grazie ancora per questi bellissimi articoli. spero che ne faccia altri. le auguro una buona serata
    Camilla (-:

    RispondiElimina
  2. Grazie Camilla! Continua a seguirmi su queste pagine, a presto!

    RispondiElimina

placeholder
placeholder